Proroga di 3 anni agli esperimenti sugli animali
febbraio 20, 2017
Zeus-video-portavoce-della-susa-specie-associazione-animali
Zeus Il portavoce della sua specie
marzo 18, 2017

(EDIM)BURGER VEG

edinburgh-vegan-festival1

edinburgh-vegan-festival1

Un tempo qui era tutto fish & chips, ora le cose sono cambiate. Con l’apertura di scuole di cucina, mercati bio e il moltiplicarsi di locali a tema, Edimburgo è stata nominata la città più vegan friendly del Regno Unito. A celebrarla c’é anche HappyCow, il sito che raccoglie le recensioni di vegani e vegetariani di tutto il mondo. Il vento del cambiamento si respira tra le stradine del centro storico, dove dalle vetrine dei pub sono spuntati cartelli con la V, che informano i potenziali avventori che sono disponibili pietanze senza derivati animali. All’ Henderson’s Vegan, a due passi dalla centralissima Charles street, lavorano Mike Black e Barry Baker, lo chef del mitico Cranks, il primo locale vegetariano a Londra (dal 1961). A due passi dal parlamento, invece, da David Bann, il preferito dalla Food Good Guide, tofu affumicato e marinato o un’originale versione di patatine con rosmarino e timo servite con ketchup di mele e pomodori. Anche i vini hanno l’etichetta vegana (assenza nella fase di produzione di qualsisasi derivato animale). Persino il restyling del Waldorf Astoria Edinburgh, costato 24 milioni di sterline, ha incluso il Peacock Alley: bar in cui il tradizionale tè del pomeriggio è servito in versione veggie friendly. Infine, un grande evento: il Vegan Festival. Dal 20 al 21 agosto, un centinaio di stand e laboratori di cucina. Promessa dell’ideatrice, Louise Pinchen: “Cibo sano, saporito, sostenibile”.